Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

La potenza del digiuno

DIGIUNO „BUCHINGER“
«Il digiuno è uno strumento potentissimo, che innesca nel corpo cambiamenti che nessun cocktail di farmaci è in grado di replicare. Ha persino effetti rigenerativi sui tessuti. Ma proprio per questi suoi potenti effetti, occorre approcciarvisi con prudenza e raziocinio e sotto la supervisione di una guida specializzata e attestata oppure di un medico preparato e competente in materia».
Annelies Stocker esperta e attestata della DFA “Deutsche Fastenakademie” e ayurveda terapista per seguire persone sane al “Digiuno Buchinger” 

LIBERARSI DALLE TOSSINE KILLER
Questa è l’epoca dell´ eccesso: di informazioni, di rumori, di suoni, di immagini …. e di alimenti.
Se mangiamo troppo e accumuliamo tossine,
è anche perché siamo letteralmente bombardati da messaggi legati al cibo.
Con il digiuno possiamo riscoprire il silenzio del corpo,
il vuoto mentale e nutrire la nostra essenza in modo naturale.
Oggi abbiamo a disposizione una grande quantità e varietà di alimenti e di cibi industriali, cosi ricchi di additivi, zuccheri e grassi da creare una vera e propria dipendenza. Questi eccessi stanno moltiplicando il numero di persone in sovrappeso e ci predispongono a numerose malattie, croniche e degenerative, come diabete e l’obesità.
Mangiamo troppo. Per capirlo basta osservare come l’alimentazione scandisce le nostre giornate: colazione, pranzo, cena, più tutta una serie di spuntini tra un pasto e l’altro. Ci capita di rado di restare per più di 2 o 3 ore senza “mettere qualcosa sotto i denti”, che si tratti di caramelle, cioccolatini o gomme da masticare. Il cibo è diventato uno dei punti di riferimento della nostra vita, è sempre presente intorno a noi e ci accompagna nelle nostre attività quotidiane.
Cibi costruiti per soddisfare il palato
È la combinazione di zuccheri e grassi a sedurre la gente, che mangerà di più
E ne trae la conseguenza. I cibi ricchi di zuccheri e di grassi vegetali idrogenati attivano i centri del piacere, situati nelle aree primitive del cervello, e stimolano la secrezione di endorfine, le modalità sono le stesse degli oppiacei (morfina e eroina), con crisi d’astinenza e necessità di aumentare ciclicamente le dosi per ottenere la stessa sensazione di piacere.
Il sovrappeso e le principiali malattie del nostro tempo
Tra le malattie più comuni che sono la conseguenza diretta dell’eccesso di peso ci sono quelle di natura cardiovascolare (ipertensione, ictus e infarto) e il diabete tipo 2 aumenta notevolmente con il sovrappeso, soprattutto nei soggetti che hanno una predisposizione genetica a questa malattia, e cala proporzionalmente alla perdita di peso.
Ci sono anche patologie collegate indirettamente all’eccesso di cibo che ingeriamo quotidianamente. Mangiando con frequenza elevata non si dà del tempo al corpo di liberarsi dei prodotti di scarto di tutte le reazioni metaboliche della digestione e dello smaltimento del cibo: il corpo si satura di tossine, sempre più difficili da smaltire, che si accumulano nell’organismo e lo avvelenano.
L’organismo accumula tossine soprattutto se sottoposto a stati prolungati di sedentarietà, stress e alimentazione scorretta.
A tale proposito il WCRF, World Cancer Research Fund International, sottolinea, documentandola, la stretta relazione che esiste tra sovrappeso e sette differenti forme di cancro a carico di: esofago, pancreas, colecisti, colon-retto, mammella (post menopausa), endometrio e rene
Un problema che riguarda tutti
Gonfiori addominali, infiammazioni croniche, ritenzione idrica, intolleranze, stipsi o colite sono segnali con cui l’organismo cerca di attirare la nostra attenzione su un problema: ci sta “chiedendo” di interrompere uno scorretto stile di alimentazione.
Per questo il digiuno era la principale terapia con cui i medici del passato cercavano di ristabilire lo stato di salute nel paziente. Osservando gli animali, avevano capito che digiunando si lasciava il corpo libero di sfruttare le proprie risorse di autoguarigione.
Se non concediamo mai pause al corpo, se non mettiamo mai a riposo il nostro apparato digerente, sul lungo periodo rischiamo di andare incontro a una serie di disturbi tra cui quelli elencati sopra. La stipsi cronica, per esempio, affligge più di 12 milioni di italiani ed è dovuta soprattutto a una scorretta alimentazione: l’intestino, sovraccaricato e intossicato, smette di funzionare correttamente.

Per stare bene, nel corpo e nella mente, dobbiamo prenderci cura delle radici. Non si può tenere un albero in buona salute occupandosi esclusivamente delle foglie, ma bisogna prendersi cura prima del centro vitale, per assicurare il benessere di tutta la pianta

Siamo medici di noi stessi
Mistero del digiuno; una tavola operatoria senza bisturi
Alphotel Stocker
 
 

Un soggiorno fortificante

 
sono arrivata all'hotel Stocker per il digiuno Buchinger con tante perplessità a causa della stanchezza con cui ero arrivata, ho trovato delle persone speciali che con ...
01.10.2019Alphotel Stocker
 
 
 
Dettagli
 
 
 

Un posto incantevole

10 luglio 2019, la nostra vacanza purtroppo è finita. Tutto è iniziato facendo qualche ricerca su internet relativa al "digiuno terapeutico" ed ecco che i nostri occhi cadono proprio sull' Hotel Stocker - Campo Tures..che dire, mai trovato un posto ...
10.08.2019Alphotel Stocker
 
 
 
Dettagli
 
 
 

Digiuno terapeutico

Ogni anno , ormai da diverso tempo , sono solita fare 7-8 giorni di digiuno terapeutico , per rigenerare il mio organismo , per fermare la mente e perché no , per perdere qualche kg.
Il digiuno , benché sia una pratica antichissima è’ sempre ...
07.08.2019Alphotel Stocker
 
 
 
Dettagli