Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Dieta basica - Digiuno basico

Disintossicare e disacidificare in modo leggero e mangiando 
 
 
 
Dieta basica – Digiuno basico 
 
Il Digiuno è una purificazione; corpo, mente e anima. Viene praticato in tutte le culture del mondo da millenni di anni 
Digiuno basico è un’alternativa per il Digiuno classico e viene considerato come Digiuno del piacere. A livello fisico il corpo viene alleggerito, disintossicato, l’intestino pulito e i chili in eccesso scompaiono. Inoltre il sistema immunitario si rinforza, la pelle diventa più bella i tessuti si purificano e la mente diventa più chiara 
Al livello mentale viene elaborato quanto sul livello fisico. Questo crea una nuova consapevolezza del corpo, che porta un profondo benessere mentale e pace interiore 
 
Il nostro Digiuno Basico (alcalino) è una settimana di disacidificazione e di sollievo 
Sotto la guida dell’esperta Annelies Stocker e Noemi Mameli, i partecipanti sono accompagnato durante il giorno e la settimana. Escursioni mattutine nella nostra natura verso prati e sentieri nel bosco, su richiesta è possibile aggiungere trattamenti olistici nella SPA dell’Hotel come massaggi al sale, massaggi tibetano al miele, cosmetica naturale Trehs e Farmogal, impacchi corpo, pediluvi Body Detox, preparati impacchi alle erbe, trattamenti di sostegno per l’intestino, riunioni fanno completo il digiuno 
 
La nostra settimana comincia con la depurazione. Durante il Digiuno Basico riceve 3 pasti al giorno preparato con verdure e frutta fresca provenienti dalla regione e stagionale e d’estate dal nostro campo biodinamico. Tutti i cibi che producono acidità vengono eliminati durante il percorso. Numerosi consigli importanti e misure utili vi daranno ampi impulsi in modo da non essere e diventare „Acidi” 
 
Riempia i depot minerali e vitamine, diventi più leggero e senti nuova vitalità!


Gli alimenti alcalinizzanti: vere forze della natura
Mangiate e gustate: nel periodo di dieta alcalinizzante potete mangiare tutti gli alimenti alcalinizzanti che la natura offre, cioè la maggior parte dei tipi di frutta e verdura. Non è solo la loro capacità di fornire al corpo sostanze alcaline a renderli così preziosi. Essi contengono anche molte sostanze nutritive di importanza vitale per l’organismo: vitamine, minerali, enzimi e sostanze bioattive. Nella frutta e nella verdura vengono continuamente scoperte nuove sostanze (specialmente sostanze bioattive) che proteggono le nostre cellule e i nostri vasi sanguigni, prevenendo malattie e processi di invecchiamento sono contenute nella frutta e nella verdura.
 
Sostanze vitali in quantità 
Ma non si sente continuamente dire che la frutta e la verdura contengono sempre meno sostanze vitali perché i terreni sono impoveriti? Non fatevi disorientare dagli slogan pubblicitari che vogliono indurvi ad acquistare preparati vitaminici. Se consumate frutta, verdura, insalata, erbe aromatiche fresche, semi e germogli provenienti da coltivazioni biologiche e ne mangiate ogni giorno tipi diversi, il vostro fabbisogno di sostanze vitali sarà soddisfatto in modo ottimale.

I germogli freschi sono molto ricchi di sostanze vitali 
Il vostro davanzale è il luogo ideale per coltivare i germogli e per rifornirvi di sostanze vitali fresche, La coltivazione dei germogli è facilissima. In linea di principio si può far germogliare qualsiasi tipo di seme, come per esempio semi di finocchio, miglio (molto ricco di silicio) ceci, crescione (molto ricco di Vit. C) semi di lino (molto ricchi di acidi grassi insaturi) fagioli mungo, sesamo e ravanelli, I germogli di girasole contengono D.E.F e K proteine, manganese, rame e fosforo e in quantità decisamente maggiore rispetto sei semi di girasole. Il germoglio di rafano e di ravanello hanno un effetto decongestionante, se soffrite di allergie al polline possono essere di grande aiuto. Anche i germogli di cereali come orzo, avena e frumento sono concessi nella dieta alcalinizzante (ma solo in forma germogli) 

Sapevate?!
Il crescione e il sesamo sono degli eccellenti donatori di calcio? Il crescione non contiene solo molto calcio, ma anche Vit. C. a sua volta migliora assorbimento del calcio. Più il crescione è fresco, migliore è la resa della vitamina C. Il sesamo, invece, oltre il calcio contiene molto magnesio e zinco. 
 
Alimenti ideali per la dieta alcalinizzante
Frutta, ortaggio, insalate e erbe aromatiche, funghi, olii vegetali spremuti a freddo 
Semi e noci,
Spezie ed erbe aromatiche
In generale, è bene non esagerare con l’uso di spezie ed erbe aromatiche per non coprire il sapore dei cibi. Però, nel periodo di dieta alcalinizzante non dovete rinunciare a questi alimenti, che contengono sostanze importanti. Le spezie più indicate sono; 
cannella (contiene calcio, ferro, manganese e zinco) 
cumino (contiene ferro, rame, manganese e zinco)
curcuma (contiene ferro, potassio e, manganese)
noce moscata (contiene ferro, rame, manganese e zinco)
pepe (contiene ferro e manganese)
vaniglia (contiene calcio ferro manganese e zinco) 
 
Acqua e infusi alle erbe 
Durante la dieta alcalinizzante, è molto importante assumere al giorno due o 3 litri di liquidi. Si può trattare di acqua o di infusi leggeri alle erbe. Il tipo e la qualità di queste bevande influiranno in modo determinante sul risultato della vostra dieta de acidificante
 
Di stagione e locale 
È fondamentale alimentarsi solo con frutta e verdura di stagione. “Di stagione” significa che la natura può far crescere un determinato alimento solo grazie al clima caratteristico di “quel periodo”. Questo ha un ulteriore vantaggio: quello che è “di stagione” è generalmente anche meno caro, poiché nella maggior parte dei casi proviene dalla regione e l’offerta quindi è più ampia. 
Ma questa raccomandazione non vale solo per il periodo in cui effettuate la dieta alcalinizzante. Cercate di vedere voi stessi come parte della natura circostante e di vivere in armonia con essa, anche conducendo uno stile di vita e adottando abitudini alimentari con la stagione. 
 
Domande sulla dieta alcalinizzante 
Per quanto tempo va seguita la dieta alcalinizzante?
La dieta alcalinizzante è pensata come una cura della durata di una o due settimane. Se ottenete buoni risultati e vi sentite bene potete anche prolungarla, ma non oltre le sei settimane. Dovete però essere in buona salute: se tendete a essere sottopeso non prolungate mai la dieta per piú di una settimana
La dieta alcalinizzante è adatta a tutti?
In linea di principio sì. È assolutamente sconsigliata in gravidanza, durante l’allattamento e in presenza di malattie gravi come cancro in stadio avanzato. Per sicurezza, chiedete comunque il parere del vostro medico 
 
Gli alimenti “BIO” sono effettivamente migliori?
I prodotti bio sono migliori sia dal punto di vista del gusto e del sapore, sia per il loro contenuto di sostanze vitali. Per esempio, secondo una recente ricerca, il contenuto di vitamina C delle arance biologiche è superiore del 20% rispetto a quello delle arance comuni. Pertanto, se tenete al rifornimento ottimale di sostanze vitali e al gusto genuino, prediligete tutto ció che è bio. 
 
Prima colazione
La prima colazione basica deve essere costituita prevalentemente di frutta. A seconda di quanta fame avete al mattino, calcolate una mela oppure una banana a persona, del succo appena pressato die due oppure 3 tipi di frutta e di verdura e del muesli basico 
Ricetta base per il muesli 
Per 2 porzioni: 2 tipi di frutta di stagione (per esempio, in primavera 500 gr. Di fragole fresche e 1 banana) ½ limone o arancio 2 cucchiai di zigolo dolce (o altre mandorle di terra)
Lavare la frutta: se occorre, sbucciarla e privarla del nocciolo e tagliarla a pezzettini 
Spremere il limone o l’arancia e versare il succo sulla frutta tagliata 
Aggiungere le mandorle di terra e il muesli è pronto 
 
Pranzo
L’ideale per il metabolismo è che il pasto principale della giornata venga consumato a pranzo. Se a pranzo avete a disposizione abbastanza tempo, mangiate prima un’insalata e poi un piatto caldo a base di verdura. Naturalmente potete anche mangiare solo verdure crude, se la digerite bene. Ma, in questo caso, masticate tutto molto bene, altrimenti vi sentirete subito gonfi.
 
Ricetta vinaigrette basica
Per 2 porzioni ½ limone, 3 cucchiai di olio per esempio olio d’oliva sale alle erbe, pepe, 1 cucchiaio di erbe aromatiche fresche
Spremere il limone e versare il suco in una scodellina, unire l’olio versandolo a filo senza mai smettere di mescolare. Lavare le erbe aromatiche e tritarle finemente
Unire le erbe aromatiche e il sale aromatizzato e mescolare bene. Questa vinaigrette basica è perfetta per condire qualsiasi insalata.
 
Cena
La cena non dovrebbe prevedere alimenti crudi, e quindi nemmeno insalata, ma solo una piccola portata. Un brodo leggero con qualche verdura è particolarmente indicato, oppure anche una crema di verdura, ovviamente senza burro né panna. Vanno bene alcune patate cotte con la buccia o una zuppa di patate. Cercate inoltre di cenare presto 
 
Ricetta base per la zuppa di verdura 
Per 2 porzioni>, 1 -2 tipi di verdura di stagione (per esempio 2 patate 2 porri) ¾ l’acqua 1 dado di verdura biologico e senza glutammato, prezzemolo e erba cipollina
Lavare la verdura, pelarla e tagliarla a striscioline
Scaldare l’acqua e sciogliere il dado di verdura
Immergere la verdura nel brodo bollente e cuocere per 15 minuti ca. 
Tritare il prezzemolo o l’erba cipollina e unirli alla zuppa