Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Digiuno Buchinger

Periodi disponibili per la settimana del „Digiuno":
15.12. - 22.12.2018
05.01. - 19.01.2019
26.01. - 02.02.2019
09.02. - 23.02.2019
09.03. - 30.03.2019
25.05. - 08.06.2019
29.06. - 13.07.2019
27.07. - 03.08.2019
14.09 - 28.09.2019
05.10. - 19.10.2019
 
 
 
La potenza del digiuno
Una pratica conosciuta da millenni che oggi la medicina moderna sta riscoprendo, documentandone i benefici per diverse malattie croniche e persino per i malati di cancro.
DIGIUNO „BUCHINGER“

«Il digiuno è uno strumento potentissimo, che innesca nel corpo cambiamenti che nessun cocktail di farmaci è in grado di replicare. Ha persino effetti rigenerativi sui tessuti. Ma proprio per questi suoi potenti effetti, occorre approcciarvisi con prudenza e raziocinio e sotto la supervisione di una guida specializzata e attestata oppure di un medico preparato e competente in materia».
Annelies Stocker esperta e attestata della DFA “Deutsche Fastenakademie” e ayurvedaterapista per seguire persone sane al “Digiuno Buchinger”


LIBERARSI DALLE TOSSINE KILLER 
Questa è l’epoca dell´ eccesso: di informazioni, di rumori, di suoni, di immagini …. e di alimenti.
Se mangiamo troppo e accumuliamo tossine,
è anche perché siamo letteralmente bombardati da messaggi legati al cibo. 
Con il digiuno possiamo riscoprire il silenzio del corpo,
il vuoto mentale
e nutrire la nostra essenza in modo naturale.

’autentico digiuno terapeutico secondo il tedesco Otto Buchinger
Il digiuno secondo Buchinger è uno dei metodi di digiuno terapeutico più comuni. Esso consiste nell’assunzione di liquidi nella forma di brodi vegetali, succhi ed infusi.
Il digiuno secondo il metodo Buchinger inizia con i cosiddetti giorni di “scarico”. In questo periodo si assumono solo cibi leggeri, in preparazione all’imminente digiuno. Dopo una pulizia intestinale completa, inizia il digiuno vero e proprio, solitamente della durata di cinque giorni. Durante la giornata si assumono almeno da tre a cinque litri di liquidi.
Sotto controllo di Annelies Stocker attestata dalla casa madre Buchinger, sarete introdotti al digiuno ed imparerete, insieme al vostro corpo, ad affrontare una situazione così estrema. Con brodi vegetali, succhi sani e molti liquidi avviene la disintossicazione ed è possibile liberarsi delle inutili scorie. Impacchi purificanti per il fegato ed altri trattamenti di supporto aiutano l’organismo a depurarsi.
In linea di principio, tutti i tipi di infusi sono ammessi. Molto ben tollerate sono solitamente le tisane al finocchio,all’ortica e alla melissa.

Cosi ritroviamo il benessere psicofisico
Quale altro senso può avere la vita, se non fare ciò che ci piace, ciò che ci fa stare bene? Quale regalo più prezioso potrebbe farci il digiuno? E il silenzio, che è un digiuno di parole e di pensieri?

LA VIA DELL’AUTOGUARIGIONE
Le ricerche più recenti della medicina confermano
La grande capacità terapeutica del digiuno
Che i medici dell’antichità conoscevano bene.
Quando il tessuto adiposo prende sopravvento,
libera sostanze che intossicano
e infiammano l’organismo.
Questo processo viene inibito in modo significativo
Da una riduzione in generale di cibo
E dall’adozione di un regime alimentare bilanciato

Il nostro organismo è dotato della capacità innata di auto depurarsi, eliminando spontaneamente le sostanze tossiche. Come prescrivevano le antiche medicine tradizionali e come stanno dimostrando i moderni studi scientifici, è sufficiente interrompere l’assunzione di cibo per attivare i processi di “autopulizia” del corpo.
Le ricerche degli ultimi anni hanno dimostrato l’incompatibilità tra salute e grandi quantità di cibo: la sovralimentazione danneggia l’organismo. Periodi di restrizione alimentare possono apportare grandi benefici in termini di cura e prevenzione di diverse patologie.
Mark Mattson, Valter Longo e Luigi Fontana sono alcuni tra i ricercatori che stanno studiando gli effetti del digiuno: i risultati delle loro ricerche sembrano confermare le virtú terapeutiche che gli attribuivano i medici antichi
Il corpo umano rappresenta una pratica che stimola i meccanismi di rinnovamento dei tessuti e di autoguarigione dell’organismo
Qualche ora dopo che abbiamo smesso di mangiare in tutto il corpo vengono attivate trasformazioni profonde, volte alla rigenerazione di tutti gli organi. Attraverso meccanismi complessi del sistema endocrino, il corpo e il cervello interagiscono tra loro: il corpo a digiuno: “avvisa” i nuclei profondi del cervello, i quali rispondono producendo la chimica dell’autoguarigione e immettendola in tutto il corpo. Come sosteneva Paracelso, il digiuno riattivala “matrice originaria” del corpo, che altro non è che l’energia primordiale, presente sin dalla fecondazione, che risiede nelle aree piú antiche del cervello. Questa matrice profonda viene attivata al massimo grado quando interrompiamo l’ingestione di alimenti: per questo Paracelso chiamava il digiuno il “medico interiore”
•Il Digiuno favorisce l’autolisi
•Attiva le cellule staminali
•Spegne le infiammazioni
•Riduce il sovrappeso
•Mantiene il sangue pulito e riduce i rischi cardiovascolari
•Protegge l’apparato digerente
•Ripulisce il sistema linfatico dalle scorie
•Ripara la cute, attenuando i segni dell’età